Print Friendly, PDF & Email

Si terrà martedì 9 aprile 2019, nella Villa Campolieto di Ercolano, presso la sede di Stoà, la presentazione di “S.M.A.R.T. 4.0 Sviluppo, Miglioramento e Automazione: Risorse umane e Tecnologia nell’era 4.0”, progetto di formazione per il settore metalmeccanico organizzato dall’Istituto di Studi per la Direzione e Gestione d’Impresa e Memory Consult, e finanziato da Fondimpresa, Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
”S.M.A.R.T. 4.0” ha coinvolto un totale di 38 aziende del settore metalmeccanico tra Campania, Basilicata, Puglia e Sicilia, con 77 azioni formative già chiuse per una programmazione complessiva pari a 1.360 ore.
Soggetti partner dell’iniziativa: Il Dipartimento di Ingegneria Industriale- DII della Federico II di Napoli e l’Istituto Tecnico Industriale Statale Eugenio Barsanti.
Ad aprire i lavori Enrico Cardillo, direttore generale Stoà Business School, e Antonio Imbrogno, amministratore unico Memory Consult.
Interverranno: Vito Grassi, presidente Unione degli Industriali di Napoli, (Nuove competenze e industry 4.0), Chiara Marciani, assessore formazione Regione Campania (Profili professionali e certificazione delle competenze: possibili sinergie tra sistema formativo regionale e fondi interprofessionali. L’esperienza della Regione Campania).
A Bruno Scuotto, presidente Fondimpresa, sono affidate le conclusioni dell’incontro.
Previste le testimonianze di Daniele Romiti, Vice presidente esecutivo Tta Adler, Assia ViolA, External Relations & CEO Support Manager Gruppo Dema, Fausto Carta, Chief HR & Organization Magnaghi, Group Magnaghi Aeronautica, Andrea Esposito, Ceo Laer, Marco Sprocati, Direttore Operation Rdr, Antonio Maglione, Legale Rappresentante Sit Rail, Donato Catalano, Direttore delle risorse umane Sit Rail, Salvatore Rionero, Ceo di Tecnosistem e Prometer.
“I cambiamenti nel mondo del lavoro, a partire da automazione e digitalizzazione, determinano una fortissima accelerazione di nuove competenze – spiega il direttore generale di Stoà, Enrico Cardillo -. Il ritmo dell’innovazione e di diffusione di tecnologie riduce i tempi delle modalità di produzione e la vita dei prodotti. Perciò servono conoscenze rinnovate inserendo nuovi lavoratori nelle imprese e aggiornamenti delle competenze di chi lavora, attraverso la formazione che accresce le abilità dei dipendenti: uno straordinario vantaggio competitivo per l’industria e l’economia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here