Print Friendly, PDF & Email

 

mascheradicastita

 

 

 

 

 

 

Per i cultori del passato nasce a Napoli il primo museo delle torture, situato in vico Santa Luciella ai Librai.

Il progetto curato dall’Associazione “Napoli Storia e Cultura”, mostra come la città di Napoli riuscì ad imporsi all’insediamento dell’ Inquisizione.

Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19 offre un’ampia visione su quelle che erano le crudeltà umane, tra maschere di castità, schiacciatorace, sedia inquisitoria e ghigliottina.

La raccolta, per la prima volta esposta presso il Castello aragonese di Ischia, comprende pezzi rari risalenti al XVI – XVII – XVIII sec e ricostruzioni del tardo Ottocento inizio Novecento di antichi strumenti.

I pezzi esposti accompagnati da brevi didascalie, mostrano quanto l’uomo abbia sfruttato la propria fantasia per infliggere dolore, dimenticando il significato del termine “umanità”.

 di Fabrizia Giancotti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here