Print Friendly, PDF & Email

 

“Di Giuliana ce ne sono almeno quattro: Giuliana, Giulianella, la Gargiulo e la signora Gargiulo. Giuliana, l’affettuosa amica per chi, come me, da tanti anni la conosce e Giulianella, personaggio caro ad Eduardo, tanto da farne inserire il nome in una celebre commedia. E poi la Gargiulo, ossia la ex attrice, la giornalista, la persona di pubbliche relazioni, e infine la signora Gargiulo, la nata bene da una delle antiche famiglie di Sorrento”. Così la descrive  Roberto De Simone nella prefazione del libro “Napoli nuda, vestita, travestita” (ed. Colonnese, 1991). Parole-verità che soltanto chi conosce il personaggio può comprendere fino in fondo. Giuliana Gargiulo è un’artista completa, ha esordito come attrice con Eduardo già da bambina, da abile giornalista poi ha intervistato  tanti personaggi dello spettacolo, della cultura, dell’arte, della scienza. Incontri che ha sapientemente raccontato, in parte, nel suo ultimo libro “Colpo di scena” (ed. Graus, 2015), un’affascinante “album dei ricordi” che ritrae Giuliana con  Eduardo, Sofia Loren, Mastroianni, Fellini, Arbore, Vittorio de Sica , Moravia, Carla Fracci, Nureyev, tanto per… Giuliana conduce instancabilmente eventi artistico-culturali in  tutta la Campania ed ovviamente a Sorrento. Incontro la carismatica “artista” nella sua splendida dimora napoletana, un personalissimo “museo” dove si respira arte in ogni angolo: libri, fotografie, quadri antichi e moderni che “vestono” di cultura ogni parete. Tarsie sorrentine, targhe, dediche e premi ricevuti nel tempo . “Molti altri sono chiusi in una scatola… impossibile esporli tutti” . Giuliana Gargiulo scrive di personaggi, ama le biografie e segue con passione la danza, (non a caso una delle sue più grandi amiche è Carla Fracci), per lei il cinema è Fellini, ma anche l’amato Vittorio De Sica e Roberto Rossellini. La signora Gargiulo ci racconta i suoi  viaggi: Giappone, Cina, New York, l’ Europa, e biglietto di ritorno sempre per Sorrento. È qui che Giuliana ama trascorrere il suo tempo libero, la sua estate e le ricorrenze. Quì a Villa Gargiulo, dove sin da bambina incontra personaggi che hanno fatto la storia della letteratura e delle arti audiovisive. “Villa Gargiulo è la casa della vita e della mia famiglia, una tipica dimora sorrentina, di una famiglia che risale al 1295” afferma,  indicando l’albero genealogico. Parla della sua Sorrento con entusiasmo, accennando un sorriso che viene dritto dal cuore: “È il mio cordone ombelicale. In estate e nelle ricorrenze nessuno riesce a schiodarmi da Villa Gargiulo. Molta parte di quanto ho scritto è su Sorrento, compresi i tre volumi “Sorrento e i sorrentini”. Ce la racconta così: “Sorrento ha due significativi biglietti da visita ‘Torna a Surriento’ e ‘Caruso’, e poi il panorama, il mare, la città, ma anche luoghi come il Chiostro di San Francesco, il Vallone dei Mulini, il Sedil Dominova, le chiese, l’antico Museo Correale di Terranova e il Museo della Tarsia lignea”. Giuliana Gargiulo da anni conduce importanti rassegne  e proposte culturali sorrentine: “Per cinque anni ho condotto ‘Sorrento gentile’ e continuo con le presentazioni di libri e di concerti. Sorrento offre molte alternative, grazie ad associazioni come Fidapa, Garden Club, Amiche del Museo Correale, Rotary e Lyons Club” . Con il suo carisma, serietà e spontaneità, riempie le sale “Sono quella che sono, nella mia vita non c’è nulla di pre-fatto, sono disponibile con tutti ma rifuggo dai salotti”. I suoi eventi sono veri spettacoli, le sue presentazioni di libri lasciano un segno nel cuore e nella mente di chi vi partecipa. Saluto Giuliana, Giulianella, la Gargiulo, la signora Gargiulo, la sua casa museale con la consapevolezza che c’è ancora tanto di lei da raccontare, leggere, scoprire.

                                                               

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here