Print Friendly, PDF & Email
Il giardino didattico, posto nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano (proprio ai piedi di Castellabate, il borgo medievale location del film “Benvenuti al Sud”!), non lontano da siti archeologici Patrimonio Unesco come Paestum o Velia.
Il giardino nasce con lo scopo di promuovere una maggiore educazione ambientale, racchiuso in un’area di circa un ettaro, interamente pianeggiante, con i sentieri che sono stati messi in sicurezza.
Si tratta, dunque, di una vera e propria “mini oasi naturalistica”, facilmente accessibile perché si trova sulla strada nazionale ed agevole per il parcheggio bus.
 
“Giardino delle Fiabe Cilentane”
La visita guidata del giardino per gruppi, famiglie ecc., avrà una durata di un’ora e mezza/ due circa.
Durante l’itinerario guidato, si osserveranno le piante spontanee che crescono nella zona costiera del Cilento ed alcune specie di piante mediterranee tipiche, molte delle quali cartellinate e rappresentate durante la fioritura.
Immersi nella natura circostante (siamo all’interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano)  saranno spiegate le caratteristiche fondamentali di queste ultime, l’importanza ed il ruolo che occupano nel nostro ecosistema, nonché gli eventuali utilizzi in erboristeria, cosmesi, cucina, ecc, con accenni agli antichi usi e tradizioni contadine e, in alcuni casi con storielle ed aneddoti storici.
Degustazione
A richiesta è possibile abbinare alla visita guidata del giardino una piccola degustazione che ha lo scopo di far sperimentare ai visitatori sia i sapori delle zuppe contadine preparate con le piante spontanee alimentari della zona del Cilento, che le “antiche varietà” di ortaggi, ovvero quelle varietà che i nostri nonni coltivavano e che oggi sono raramente reperibili  perché sostituite da poche varietà più commerciali ma meno saporite.
Il tutto condito con olio extravergine di oliva “artigianale” ed a seguito, assaggio di un frutto tipico o “antico”.
Lo scopo di questi assaggi non è quindi quello di fare ristorazione ma di dare la possibilità al visitatore di riscoprire qualcosa di prezioso, che sta scomparendo e che verrà preparato alla maniera Cilentana e degustato al fresco della grande quercia, accanto al ruscello.
Lo scopo, inoltre, è anche quello di dare un esempio di turismo ecosostenibile organizzando un degustazione a bassissimo impatto ambientale!
Servizi:
Nel giardino è presente:
– un’area pic nic dove, al termine della visita, i gruppi con proprio pranzo a sacco potranno consumarlo;
– toilette e fontanina con acqua potabile;
– pergolato coperto.
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here