Print Friendly, PDF & Email

Il calendario segna -12: il countdown è appena cominciato. Di cosa stiamo parlando? Del Festival del Bacio 2014, giunto alla sua terza edizione e organizzato quest’anno a Napoli.

La festa è già iniziata da febbraio. A San Martino un “Cuore” gigante domina la collina, è una scultura luminosa istallata il 14 febbraio e visibile da varie zone della città. Altro simbolo dell’evento è “Anima”, installazione composta da circa 400 cubi in plexiglas rossi, un anamorfico che si completa svelando un cuore che pulsa, sollecitando l’osservatore ad attraversare fisicamente lo spazio. Entrambe le sculture sono state realizzate dalla scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte di Napoli (NTA)

L’evento consiste in una grande scultura antropologica-relazionale, collocata all’interno del tessuto urbano della città di Napoli, dal centro storico alla collina del Vomero, lungo un percorso di circa 6 km.

Alla base del concept: relazione e condivisione. I cittadini e i visitatori diventano il flusso ininterrotto che fa pulsare il grande cuore della città. La scultura antropologica consente la sintesi tra due universi di senso: il mondo digitale, costituito da modularità elettroniche, e l’universo popolare, grazie al quale ogni opera riesce ad evocare la forma dei sentimenti, degli affetti e dell’amore.

Partecipa, tagga, osserva, condividi, bacia. Il 21 marzo il #cuoredinapoli sincronizzerà la sua pulsazione con il ritmo dei passi di tutti coloro che vorranno partecipare. “Il battito dei molti unisce le sorti”, questo è il concetto ha spinto gli organizzatori a proporre questa nuova tappa del Festival.

Come ci suggerisce la scienza, nel bacio tra innamorati non c’è solo amore. Il bacio è soprattutto veicolo di informazioni, chimica, che favorisce la mescolanza e subbuglio genico alla base della procreazione, che ci fa sentire per un attimo immortali. Il bacio attraverso la bocca è la porta per la nostra anima e solo chi riuscirà a schiuderla ne avrà l’accesso. 

Il “Bacio” è la comunicazione non verbale più diffusa al mondo, quell’impatto che libera energia e trasforma. Sulla trasformazione di esso è stato costruito il Festival del Bacio: la festa di un’intera città che, sulla base di un territorio comune, cerca nuove modalità di scambio.

Il 21 marzo, tra scorci caratteristici e panorami variopinti: partecipa, tagga, osserva, condividi, bacia al ritmo del #cuoredinapoli e segui il flusso!

Locandina Festival del Bacio

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here