Print Friendly, PDF & Email

Alcuni pensano  che gli angeli esistono,  altri ci vorrebbero credere. Alcuni sono sicuri che esistono, altri sono sicuri che siano invenzioni . Alcuni credono che gli angeli siano i nonni, altri credono che siano i genitori. Alcuni pensano che essi proteggano le nostre vite, altri che veglino sui nostri figli. Alcuni credono che abbiano le ali, altri credono che siano spirito puro. Alcuni li sentono, altri li vedono. Alcuni pensano che parlino, altri che ti osservino silenziosamente. Alcuni li amano, altri ne hanno paura. Alcuni credono che sono vicini quando nasci, altri credono che siano vicini quando muori. Alcuni ci parlano, altri li invocano.   Ma tutti, nel loro io più profondo, desiderano averne uno.

Qualcuno pensa di sapere  dove sono. Lì, dove, come disse Byron,  riposano coloro che in vita ebbero la bellezza senza vanità, il coraggio senza crudeltà,  tutte le virtù degli uomini senza i loro difetti. Quel posto si chiama Il riposo di Snoopy.  Lo hanno voluto due donne, Lisa ed Anna. Due cuori sensibili che hanno inventato un luogo dell’anima. Un luogo dove puoi sentirti stupido o puoi sentirti in pace, dove puoi sentirti ridicolo o dove puoi capire quanto sei stato ridicolo a non capire. Lì riposa il tuo regalo più bello, il tuo angelo custode.

Marcello Milone

“Vieni Usciamo, Fingiamo Un Autunno, Fingiamo Un Mattino Passato, Fingiamo Che Dopo Rientriamo Da Un Gioco, Una Corsa, Una Lotta, Fingiamo Che Anche Il Futuro Sia Molto Distante Da Noi. Poi Ecco E’ Già Molto Tardi, Fingiamo Di Andare A Dormire E Ti Copro, Poi Spengo La Luce, Ti Muovi Nel Sonno, Lo Sento, Sarà Domattina, Domani, Per Adesso, Ti Prego Fingiamo”  (da Liuba)

http://www.amiconelcuore.it/

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here