Print Friendly, PDF & Email

Per Nunzio “ i profumi parlano alla nostra anima con il linguaggio degli odori, con essenze che si perdono nella notte dei tempi e che risvegliano quella parte d’infinito che dorme dentro di noi. Questa lunga storia d’amore che lega gli uomini ai profumi è un’eredità che Mancino e famiglia portano avanti con passione e costanza, cercando di creare fragranze che resistano al lento appassire del tempo e che con energia s’impongano al di là di ogni tendenza. Attraverso le qualità uniche dei prodotti tipici del nostro territorio, abbiamo creato una linea di cosmesi personale dalla forte identità. Un’identità data da quel pezzo di paradiso che è la Campania, la cui bellezza non è scalfita dallo scorrere dei secoli e resiste, senza tempo, per ispirarci. La nostra missione è far risplendere i doni di questa terra meravigliosa con prodotti dal forte sapore di tradizione, nati dall’attenta armonia fra la cultura centenaria di cui il sud Italia è geloso custode e le innovazioni che rendono grande il nostro tempo. Questa è la forza che si sprigiona nelle note che compongono le nostre armonie di profumi, questa è l’identità che sentiamo dare origine alle nostre essenze.

Nasce così “ Profumi di Napoli ” un azienda ed un modo per investire sul territorio e rilanciare l’ immagine di Napoli  …“Siamo stati baciati dalla fortuna e non ce ne rendiamo conto” dice Mancino.  Coniugando la passione per i prodotti tipici della sua terra con l’ esperienza decennale nel settore chimico farmaceutico, Nunzio vara il progetto  di porre al centro di ogni obiettivo le tipicità campane e di utilizzare solo prodotti naturali per la cura e la bellezza della persona.  Da questa filosofia nascono ad esempio lo shampoo latte emolliente arricchito con siero di latte di bufala campana, la crema viso all’oro di San Marzano, il fluido dopo barba alla nocciola di Giffoni, lo  struccante all’olio di oliva di Sorrento, il bagno doccia rigenerante al nettare di vino Taurasi, la crema gambe tonificante alla mela annurca, l’ acqua idratante profumata bifasica al limone d’Amalfi.  Ma a Nunzio non basta sollecitare solo il senso dell’Olfatto ed oggi è impegnato anche a sollecitare  quello del Gusto. Lancia quindi il marchio “Gusti di Napoli” e,  con un  prodotto rivoluzionario, la crema di cioccolata al latte di bufala, creata assieme al maestro pasticciere Guido Castagna ,  sta incontrando i favori di tutti gli esperti del settore,  in campo nazionale ed internazionale. E poi ancora l’oliva nera di Sorrento, la zucca lunga napoletana, per abbronzarsi , il carciofino di Capaccio .

Se la linea cosmetica Profumi di Napoli è bellezza e cura per se stessi, è nutrimento e ricercatezza,   Gusti di Napoli è tipicità tutta da gustare. Perché è bello coccolarsi sia dentro che fuori”.   

Non poteva mancare infine per un uomo dalla personalità forte e variegata come la sua , quella carica di umanità che lo ha portato a donare  al Santobono-Pausilipon-Annunziata di Napoli, 1000 tubetti di crema idratante e lenitiva “Len Hydra”  una crema da lui voluta e studiata e che non sarà mai commercializzata,  prodotta esclusivamente per i bambini dell’Ospedale pediatrico napoletano,  in particolare,  per quelli sottoposti a chemioterapia, radio terapia e altre applicazioni collegate alle malattie oncologiche. Per realizzare il suo scopo benefico, Nunzio ha trovato una convinta adesione in farmacologi ed industriali,  ed insieme  è stata prodotta questa crema, che presenta spiccate proprietà idratanti e lenitive, e grazie alla sua capacità di trattenere forti quantità di acqua,  e di cederle ai tessuti disidratati , aiuta la pelle dei bambini a ricostituire il tessuto lesionato combattendo,o mitigando come lenitivo,  gli effetti dannosi provenienti dalle severe applicazione terapeutiche  necessarie a contrastare la malattia.

Abbiamo deciso  di portare avanti un progetto con  cadenza annuale, per  restituire, sotto forma di iniziative benefiche a vantaggio del territorio, parte di quello che riceviamo quotidianamente sotto forma  di prodotti di grande qualità dalla nostra terra”.

 

Marcello Milone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here